Il Cammino I luoghi di Catarsini unisce arte, storia, natura e cultura gastronomica. 

Un percorso attraverso la Lucchesia e la Versilia per un’esperienza di turismo lento alla scoperta delle eccellenze del territorio.

CONVEGNO NAZIONALE ACCESSIBILITÀ IN CAMMINO: LE NUOVE FRONTIERE DEL TURISMO E XXII PREMIO CATARSINI Gran Teatro Puccini, Torre del Lago Puccini Sabato 11 maggio 2024

Il convegno affronta importanti tematiche, strategie d’intervento e proposte applicative rivolte a rendere le nostre proposte turistiche il più possibile accessibili alle persone con disabilità, permanenti o transitorie, sensoriali, motorie, intellettive e psichiche. Il primo convegno sul tema organizzato in Versilia si rivolge alle Istituzioni, agli Enti e agli Operatori di settore e tratta in particolare dell’accessibilità a musei e teatri, resa possibile attraverso una rete virtuosa di scelte che riguardano l’ambiente, le infrastrutture e l’inclusività. Le persone con disabilità devono essere messe nelle condizioni di usufruire, anche ad uso turistico, ma non solo, di tutti gli ambienti e le proposte culturali che il territorio offre.

 

Al termine dei lavori, verrà assegnato il XXII Premio Alfredo Catarsini “Cambiamo il punto di vista!” riservato agli studenti maggiorenni dei Licei artistici e alle scuole superiori di secondo grado della Regione Toscana.

Saranno premiate opere tattilmente esplorabili e corredate da descrizioni adattate, audio registrate e scritte in braille.

Il Convegno si tiene al Gran teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago nella sala Enrico Caruso e nel foyer.

In sala si tengono le relazioni; nel foyer le esercitazioni e le esposizioni delle opere fifinaliste del premio Catarsini

SCARICA IL PROGRAMMA 

Al termine dei lavori del convegno nazionale “Accessibilità in cammino: le nuove frontiere del turismo” tenutosi al Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del lago, si è svolta oggi pomeriggio la premiazione del XXII Premio Alfredo Catarsini “Cambiamo il punto di vista!”riservato agli studenti maggiorenni dei Licei artistici e alle scuole superiori di secondo grado della Regione Toscana che, con libertà di tecnica e di interpretazione, hanno prodotto un elaborato reinterpretando un’opera pittorica di Alfredo Catarsini e rendendola fruibile alle persone cieche e ipovedenti.

In pratica gli studenti partecipanti hanno avuto a disposizione otto opere pittoriche di Catarsini (visibili sulla brochure del Premio) da reinterpretare rendendo possibile una lettura tattile dell’opera a coloro che sono portatori di disabilità visiva.

Su tutti l’ha spuntata lo studente Francesco Di Lernia, del Liceo artistico Stagio Stagi di Pietrasanta, che ha realizzato un’opera in terracotta patinata, adatta alla lettura tattile, tratta dal dipinto Nudo di schiena di Alfredo Catarsini. Per la scuola versiliese si è trattato di bissare il successo conseguito lo scorso anno alla Cittadella del Carnevale di Viareggio.

Il Premio è stato organizzato falla Fondazione Alfredo Catarsini 1899 in collaborazione con l’Ufficio regionale scolastico, l’Ufficio provinciale scolastico e il Lions Club Viareggio Versilia Host.

SCARICA IL COMUNICATO E LE FOTOGRAFIE

Manifesto del Convegno Nazionale
Momenti del convegno

INAUGURATA A GARDONE RIVIERA LA MOSTRA - IL NOVECENTO DI CATARSINI. DALLA MACCHIA ALLA MACCHINA

a cura di Rodolfo Bona Villa Mirabella – Il Vittoriale degli Italiani 

Gardone Riviera 9 marzo – 8 settembre 2024Mostra dedicata alla memoria di Gianvittorio Serralunga, fondatore della Fondazione Alfredo Catarsini 1899 

Con il contributo della Fondazione Cariplo di Milano

 

Clicca qui per il tour virtuale

La mostra dedicata ad Alfredo Catarsini (Viareggio 1899-1993) è allestita, a trent’anni di distanza dalla sua scomparsa, in un luogo prestigioso come il Vittoriale degli Italiani. Attraverso una selezione di opere che ne raccontano il lungo itinerario creativo, viene qui presentata a un vasto pubblico l’attività di un artista che costituisce un esempio di originalità all’interno del panorama dell’arte del Novecento e che ha saputo caratterizzarsi per la qualità figurativa e la densità espressiva che gli sono state più volte riconosciute. Numerose e di grande significato sono state le antologiche a lui dedicate in importanti sedi italiane ed estere, soprattutto durante l’ultimo periodo della sua esistenza, conclusasi nel 1993. La prima è stata quella di Palazzo Strozzi, nel 1981, con oltre 200 opere ordinate da Vittorio Grieco, che l’anno precedente era diventato responsabile del suo archivio generale. Nell’ottobre del 1982 si apriva la grande mostra al Palazzo dei Diamanti di Ferrara, mentre il pittore otteneva successi importanti in Italia, in Francia e in Germania. Nel corso di un’intervista rilasciata nel 1977, Catarsini aveva auspicato di poter allestire un’antologica anche nella sua Viareggio. Il suo desidero fu esaudito con l’importante mostra curata da De Micheli nel 1983, che ordinò oltre 170 opere a Palazzo Paolina, seguita da quella curata da Angelo Mistrangelo a Milano. La sua Viareggio gli dedicherà in seguito altre due mostre, quella del 1991 e quella postuma del 1999, per il centenario della sua nascita.

In tale prospettiva va letta anche la presente antologica allestita a Villa Mirabella e realizzata grazie all’impegno della Fondazione e alla cortese ospitalità del Presidente del Vittoriale degli Italiani, Giordano Bruno Guerri, che propone 54 opere, fra dipinti e disegni, accuratamente scelte all’interno del vasto corpus pittorico dell’artista, così da coprire sei decenni della sua attività – tra il 1930 e il 1987 – in un periodo denso di avvenimenti storici e di grandi trasformazioni.

La mostra del Vittoriale, dunque, offre l’occasione di restituire un quadro completo e omogeneo della sua pittura, seppur attraverso un numero limitato di opere – anche completando e approfondendo quanto già fatto in occasione della mostra di Lucca del 2022, con una ricognizione che si arrestava al 1945 e con la mostra sugli autoritratti del 2023, allestita presso l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, che ha offerto l’opportunità di estendere l’analisi della sua opera fino agli anni Ottanta, attraverso un genere che gli era particolarmente congeniale. A questa ricerca hanno recentemente fornito un importante apporto molti studiosi di grande autorevolezza, da Vit

torio Sgarbi a Elena Pontiggia, il cui significativo contributo compare nel presente catalogo, che vede anche la ripubblicazione di un bellissimo saggio del 2022 dedicato al Catarsini scrittore, firmato da Cristina Acidini, ospite della mostra fiorentina del 2023. A loro va il mio sentito ringraziamento, che estendo all’intero Comitato scientifico della Fondazione, presieduto da Claudia Menichini e a Sandro Gorra per il suo intervento sul “catarsismo”.

SPECIALE EFFETTO VERSILIA
Mostra Vittoriale 19 marzo 2024

 

9 marzo 2024
Inaugurazione mostra al Vittoriale

 

Vittoriale degli Italiani - Elena Martinelli, Giordano Bruno Guerri e Rodolfo Bona

CONFERENZA STAMPA "IL MONDO VA, LA MIA ARTE ARRIVA" CAMERA DEI DEPUTATI

Fondazione Alfredo Catarsini 1899: presentati alla Camera il “Cammino” e le altre iniziative del 2023/24. La mostra diffusa sul “Cammino I luoghi di Catarsini” – insieme alle prossime iniziative in Italia della Fondazione Alfredo Catarsini 1899 (il “XXII premio Catarsini” per studenti medi, una mostra a Lodi e una grande antologica al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera) – sono state presentate questa mattina nella Sala stampa della Camera dei Deputati, a Roma, alla presenza di Federico Mollicone (Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati), Vittorio Sgarbi (Sottosegretario alla Cultura), Gianluca Caramanna (Consigliere del Ministero del Turismo), Elena Martinelli (Presidente della Fondazione Alfredo Catarsini 1899), Giuseppe Roma (Vicepresidente del Touring Club Italiano), Massimo Diodati (Presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Regione Toscana), Cristina Acidini (Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze), Barbara Paci (Dirigente nazionale cultura e innovazione FdI e storica dell’arte). Inoltre erano in collegamento sindaci, assessori, il Museo Omero di Ancona, enti e associazioni patrocinanti, oltre a un folto pubblico collegato via web.

CLICCA SULL’IMMAGINE

Sala stampa Camera dei Deputati - 09.11.2023

INAUGURATO IL CAMMINO |I LUOGHI DI CATARSINI

Nasce il progetto che unisce arte, storia, natura e cultura gastronomica.

“Il mondo va, la mia arte arriva”. È con questo slogan che nasce in Toscana il Cammino “I luoghi di Catarsini”, il nuovo percorso della Lucchesia e della Versilia che mette insieme arte, storia, natura e cultura gastronomica per un’esperienza di turismo lento attraverso le eccellenze del territorio. Il progetto Cammino – I luoghi di Catarsini è stato inaugurato il 26 giugno presso la Sala del Consiglio Provinciale di Lucca

AVVISO IMPORTANTE AI COLLEZIONISTI, ALLE GALLERIE E AGLI APPASSIONATI D'ARTE

La Fondazione, impegnata nelle conservazione e studio della produzione intellettuale ed artistica del Maestro Catarsini, è alla ricerca di opere fuori circuito per il loro inserimento nel catalogo generale in corso di realizzazione.

BIOGRAFIA

Alfredo Catarsini nasce a Viareggio, all’ombra della Torre Matilde, nella casa che fu di Ippolito Ragghianti, il 17 gennaio1899. Inizia a dipingere molto presto. E ‘ ancora ragazzo quando va a Parigi dove incontra Amedeo Modigliani.

DIPINTI

In questa sezione potrete ammirare l’intera collezione dei dipinti di Alfredo Catarsini.

FONDAZIONE

La “Fondazione Alfredo Catarsini 1899”, nasce il 29 giugno 2020 su personale iniziativa della nipote del Maestro – Elena Anna Rita Martinelli – e di suo marito Gianvittorio Serralunga, in memoria della madre Mity Catarsini…

"L’Artista allo specchio. Alfredo Catarsini: autoritratti dal 1930 al 1985"

Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze - dal 17 gennaio al 17 febbraio 2023

Fai il Virtual Tour

Alfredo Catarsini: dalla darsena alla linea gotica 1917 -1945
paesaggi, figure e grandi composizioni pittoriche

Palazzo delle Esposizioni - Lucca - da marzo a maggio 2022

Fai il Virtual Tour

"Alfredo Catarsini - Esplorazioni"
la mostra delle opere a Villa Bertelli di Forte dei Marmi - 2021

Fai il Virtual Tour

Per rimanere aggiornato su tutte le nostre iniziative
seguici sui canali Social

Alfredo Catarsini, il Pittore della suggestione

LA MISSION

La “Fondazione Alfredo Catarsini 1899”, nasce il 29 giugno 2020 su personale iniziativa della nipote del Maestro – Elena Anna Rita Martinelli – e di suo marito Gianvittorio Serralunga, in memoria della madre Mity Catarsini. Unitamente alla tutela e valorizzazione dell’opera intellettuale e artistica del Maestro Alfredo Catarsini, nella sua multiforme attività di pittore, scrittore, critico ed animatore di proposte culturali – la Fondazione è ispirata ai principi del Terzo Settore e tra i suoi scopi statutari vi sono quelli di perseguire, proporre, valorizzare la promozione, la divulgazione, l’istruzione, la ricerca, la formazione di tutte le attività inerenti le “discipline artistiche” in ogni loro forma ed espressione attraverso la diffusione e l’ampliamento della conoscenza umana, i contatti tra persone, enti ed associazioni. La Fondazione, in particolare, svolge in modo stabilmente organizzato, le seguenti attività: – ricerche, studi, catalogazioni, riguardanti la storia e l’esperienza culturale, didattica, artistica del maestro Alfredo Catarsini e le “discipline artistiche” attraverso l’istituzione di centri di studio, borse di studio, e la continuazione del Premio Alfredo Catarsini per la valorizzazione dei giovani talenti; – formazione diffusa riguardo all’opera pittorica e delle discipline artistiche in generale, sia a fini conoscitivi che educativi per le scuole di ogni ordine e grado, istituti d’arte, università, anche ai fini sociali, socioeducativi, di inclusione ed integrazione; – mostre, seminari, convegni, dibattiti, stage, festival ed ogni altra manifestazione di particolare interesse storico, artistico e culturale, procedendo alla pubblicazione dei relativi atti, documenti e cataloghi etc. – valorizzare, potenziare e conservare le opere, gli arredi, e l’archivio storico dell’Atelier Alfredo Catarsini attualmente ospitati e aperti al pubblico nei Civici Musei di Villa Paolina Bonaparte a Viareggio.